Vintage Collection Nite

Dj SetSabato Novembre 30
VintageCollectioNite


Dove?
Big Bang
Via di Monte Testaccio 22, 00153 - Roma
Guarda la mappa
Quando

23.00

Quanto

Free Entry



Dove?
Big Bang
Via di Monte Testaccio 22, 00153 - Roma
Guarda la mappa
Quando?

23.00

How Much?

Free Entry

Dite la verità: avete letto il titolo e subito avete pensato “ommioddio una serata vintage fermi tutti devo andare chissà che cosa fanno oddio oddio oddio necessito di vestiti che puzzano di cantina e che abbiano sopra una coltura di germi che in confronto la lebbra è un raffreddore e sono pronta (sì perché questa è una reazione da donna, ndJ) a  rinunciare alla vita sociale del Venerdì sera pur di comprare stoffe che potrei tranquillamente strappare dalla poltrona di mia nonna!!”.

Insomma, un attacco hipsterico.

Come avrete capito no, non sto per parlare di una serata vintage in quel senso.
Vi prego di sedervi perché quello che sto per dirvi è pesante: la parola vintage esiste da sempre e no, non significa “vestiti principalmente di merda” o “occhiali tondi alla Janis Joplin”.

Il vocabolo deriva dal francese antico vendenge (a sua volta derivante dalla parola latina vindēmia) indicante in senso generico i vini d’annata di pregio.

[Wikipedia, bitch]

Perdonatemi, non so se si è capito ma ho una certa avversione per l’abuso della parola vintage, soprattutto fuori contesto.

“Cioè dai sto posto è troppo vintage!!”
“Zio, è un McDonald’s.”

“Ma quanto è vintage il disco nuovo dei New Sound of Hipsterism?”
“Zio, è uscito oggi, non nel ’34.”

Mio zio non capisce veramente un cazzo.

Va beh basta, parliamo di cose serie, e cioè della serata allo Zoo Bar. Si parla reggae, e se vi state chiedendo cosa c’è di vintage in una dancehall beh, nulla di più facile.  Avete presente quelle serata spacciate per reggae ma che poi diventano roba dub con casse che spaccano timpani e balle, e non in quest’ordine? Ecco, qui invece si parla di Reggae con la capital R. Quello con strumenti Reggae, voci Reggae, stupefacenti Reggae. Colori rosso-giallo-verde, invocazioni a Jah, dreadlocks lunghissimi.
This is Reggae.

No quella roba piena di quei cambi disco accompagnati da voci urlanti e secondi di silenzio imbarazzanti.

Ok, me la son presa abbastanza con un po’ di cose. Scusate, ma devo farlo per mantenere il fisico da sollevatore di polemiche.
Ci tengo molto, alla linea.

Comments

Altri contenuti

Interessanti

Intervista

Inspire,Connect,Build

By martinadabbondanza in Interviste



Storia

I’ll drink responsibly when they will make a brand of whiskey named Responsibly