Vivian Maier : “Where streets have no name”

mostraLunedì Febbraio 20
Lei-Vivian-Maier-7


Dove
Quando

Orari d'apertura: Lunedì - Venerdì: 11.00 - 13.30 | 14.30 - 18.00 Sabato: 12.00 - 18.00 fino al 5 marzo

Quanto

7 euro



Dove

Quando

Orari d'apertura: Lunedì - Venerdì: 11.00 - 13.30 | 14.30 - 18.00 Sabato: 12.00 - 18.00 fino al 5 marzo

Quanto

7 euro

Lo sguardo intenso di una ragazza seduta in macchina, la gente in attesa davanti a un teatro, due bambini sul marciapiede, i visi di persone anziane segnati dalla fatica di fronte alla quale la vita li ha messi,le strade di New York che non conoscono intimità, ma mai stanche di accogliere le tante storie che le hanno attraversate.Cosa succede quando tutte le foto scattate in una vita intera, e abbandonate in uno scatolone in un garage, vengono comprate all’asta e fatte sviluppare da un collezionista che se ne innamora? Accade che poi,inaspettatamente,si diventi una delle più importanti street photographer del ventesimo secolo.             Vivian Maier non verrà mai a saperlo, i suoi negativi furono ritrovati solo due anni prima della sua morte, ma le sue foto faranno parte della storia per sempre. La mostra prende il nome dalla nota canzone degli U2,perché come spiega il curatore,quando nel 1987 la rock band irlandese pubblicò la canzone, una fotografa di strada ancora sconosciuta stava scattando a Chicago, quelle che sarebbero state le ultime immagini di quelle frettolose vite che ogni giorno le passavano davanti.

http://www.10bphotography.com/

Comments

Altri contenuti

Interessanti

Intervista

Inspire,Connect,Build

By martinadabbondanza in Interviste



Storia

I’ll drink responsibly when they will make a brand of whiskey named Responsibly