Alessandra Lodrini

Ciao Alessandra, come va la vita? Che racconti?
Ciao a tutta la redazione di LeCool!! Come va la vita…è una domanda difficilissima, troppe sfaccettature la vita.. avrei bisogno di altrettante risposte, ma diciamo che per quanto riguarda l’illustrazione è un buon momento, sento che finalmente sto percorrendo una strada sempre più mia.

Cosa ci hai disegnato sulla cover di questo numero?
Ho disegnato un orso e due topini che, ignari di tutto e tutti, dormono beatamente; quello che a volte desidererei tanto io ma che difficilmente riesco a fare, principalmente perché lavoro la sera e a volte la notte, e poi perché dormire beatamente senza l’ombra di un pensiero è una cosa che non mi capita da tanto tempo…mi sa che devo andare in vacanza più spesso !!

Tutte le tue illustrazioni sono delicate ed eteree, hai sempre disegnato così o sei giunta a questo stile con un percorso? Cosa distingueva i tuoi primi lavori?
Da quando ho lasciato che l’illustrazione occupasse nella mia vita uno spazio più grande di una semplice passione, i miei disegni hanno iniziato ad avere un loro stile un po’ più definito. Da subito mi sono avvicinata al mondo dell’illustrazione per l’infanzia e in un secondo momento all’illustrazione in generale. Non so dire esattamente come sono arrivata a questo stile, ho lasciato che le immagini emergessero da dentro. Quello che posso dire è che più lavoro e più mi sembra che i miei disegni cambino e trovino un loro linguaggio. I miei primi lavori, guardandoli ora, mi sembrano rudimentali e grezzi, meno ricercati insomma.

Guardando i tuoi disegni si vedono spesso tante tecniche diverse. Ce n’è una che preferisci utilizzare?
Il collage è una tecnica che mi affascina tantissimo e con la quale riesco a liberarmi da certe rigidità che mi trascino dal mio percorso accademico. Lo sto sperimentando mescolato ad altre tecniche e ogni tanto provo anche ad allontanarmi, ma poi ritorno sui miei passi; quindi direi che in questo momento è la tecnica che prediligo.

Cosa ti piace disegnare di più?
Mi piace molto disegnare la natura, e tutto quello che ne consegue, piante, foglie, animali, cielo, terra, acqua ma anche gli esseri umani e i bambini mi interessano molto.

C’è un colore che non può mancare nella tua palette?
Un colore specifico non saprei dire, in generale adoro i colori tenui e i colori pastello. Direi che quelli non mancano quasi mai.

Hai sempre voluto fare la disegnatrice?
Se risalgo ai miei sogni di bambina si.. disegnavo, disegnavo e disegnavo. Poi dopo aver fatto il liceo artistico e l’Accademia delle Belle Arti non ero più sicura che l’arte avrebbe continuato a far parte della mia vita. Non ero riuscita a trovare quello che cercavo, non sapevo quello che volevo. C’era tanta frustrazione nella mia vita a quel tempo, infatti per tantissimi anni non ho più dipinto, disegnato ..e anche solo l’argomento mi faceva star male. Poi da tre anni a questa parte ho scoperto l’illustrazione e il mondo degli albi illustrati, mondo, fino a quel periodo, totalmente sconosciuto per me e lì è scoccata la scintilla.

Dove possiamo vedere i tuoi lavori? Dacci qualche riferimento.
I miei lavori si possono trovare qui: www.alessandralodrini.blogspot.it oppure alla mia pagina facebook: https://www.facebook.com/alessandra.lodrini

Progetti futuri che si possono svelare? Sogni nel cassetto?
Sto lavorando ad un progetto personale, un albo scritto e illustrato da me. Spero di riuscire a completarlo per la prossima fiera del libro di Bologna.
Sogno nel cassetto.. che venga pubblicato ovviamente!!

Comments

Altri contenuti

Interessanti

Intervista

inspire, connect, build

By martinadabbondanza in Interviste