Chiara Iacobini

Ciao Chiara, come stai? Che ci racconti?
Tutto molto bene. Grazie per avermi contattato.

Che foto ci hai dato come copertina di questa settimana? C’è una storia dietro?
Madrid, 2008. Un viaggio con mia sorella per festeggiare i suoi diciotto anni. Non è una storia particolarmente interessante: passeggi, ti guardi intorno e vedi “un’orso” dietro tua sorella. E scatti.

Come ti approcci alla fotografia? Chi sono i tuoi maestri?
Il mio approccio con la fotografia è cambiato negli anni e che continua a variare. La mia formazione e le mie esperienze fotografiche sono per la maggior parte legate al Centro Sperimentale di Fotografia Adams, ai miei insegnati tra i quali Gabriele Agostini, Tano D’Amico, Samantha Marenzi e altri ancora, senza dimenticare poi i numerosi colleghi ed amici con cui ho lavorato. Uno degli aspetti più belli del lavorare con la fotografia è che si è liberi di farlo da solo o con tante altre persone (un punto da non sottovalutare).
Se per “maestri” intendi grandi fotografi che mi hanno ispirato, sono troppi. Solo per citare qualche nome: Diane Arbus, Brassai, Tina Modotti, Edward Weston, Tim Walker. (Amo Tim Walker)

C’è qualcosa che ti piace fotografare in particolare?
I volti, le espressioni e i dettagli. Anche se non disdegno la fotografia pubblicitaria, la sua cura del dettaglio, la sua ironia

Colore o bianco e nero?
Bianco e nero. Non c’è storia, vince sempre. Se parliamo di pellicola.
Se si tratta di Digitale credo che ad avere la meglio sia il Colore.

E di Roma cosa ti piace fotografare? Cosa sa ispirarti di più?
Roma è molto facile da immortalare. E’ sempre bella. Ad ogni modo, Roma di mattina. Sempre, qualsiasi quartiere.

Che rapporto hai con Roma? Cosa le diresti se fosse una persona?
Roma sei bella e brava, ma non ti applichi abbastanza.

Dove possiamo vedere i tuoi lavori?
https://www.flickr.com/people/chiaraiacobini/

Progetti futuri e sogni nel cassetto
Tra i sogni, mi piacerebbe se un mio lavoro fotografico fosse scelto come copertina di un libro. Sarebbe una piccola soddisfazione. Per il resto la domanda è molto difficile, ti rispondo alla prossima intervista.

Comments

Altri contenuti

Interessanti

Intervista

Inspire,Connect,Build

By martinadabbondanza in Interviste



Storia

I’ll drink responsibly when they will make a brand of whiskey named Responsibly