Hey Barista! #68

Help! I fell and I can’t reach my vodka.

Se pensavi mi fossi ibernata la risposta corretta è: SI. Ma dopo una ferrea dieta a base di Rusty Nail eccomi qui a riprendere il discorso beVere =molta gioia
A proposito di gioia, ho come l’impressione che questa parola abbia soverchiato l’uso di felicità, ha iniziato tutto Ratzinger, me lo ricordo ancora il “molta cioia” del suo discorso d’apertura (minuto 2.56 circa)
e negli anni questo termine si è imposto, perché la cioia dura meno della felicità, è una roba istantanea, senza aspettative per il futuro ma che gode nel  momento e vive nell’istante.
Purtroppo poi la gioia ha preso nel tempo una brutta piega, ed è divenuta il famosissimo “mai na gioia”
E dai su che sarà un grande anno, siamo ottimisti che fa bene al cuore (dice uno studio dell’univestià dell’Illinois), tra l’altro nel 2017 i ponti lavorativi cadranno un po’ meglio (info di servizio che sbuca dal nulla a cercare di tirarci su di morale, si), e poi, beh, a una certa l’inverno finisce…no?
Che poi tutto sommato è molto meglio bere d’inverno che d’estate.
Ah e comunque con lieto ritardo vi auguro buon natale buon anno e buona befana,
Ah e buona Pasqua e tanta cioia, nel 2017 ci si porta avanti, ché se guardi indietro è tutto ghiacciato:

Happy Happy 

1 e 1/2 oz. Rum
1 oz. Vodka
1/2 oz. Triple Sec
2 dash succo d’arancia

filtrato e servito in coppa martini

p.s. sai che esistono altri numeri di hey barista! ?
p.s.= post sbornia

Comments

Altri contenuti

Interessanti

Intervista

inspire, connect, build

By martinadabbondanza in Interviste