Hey Barista!#34

Alcohol is the liquid version of photoshop.
In realtà questa rubrica doveva avere un altro nome. Un nome diverso per un argomento diverso. Solo che sai com’è in quelle situazioni imbarazzanti in cui aspetti troppo tempo a farti avanti, non dici niente, ti fai problemi, tipo: il barista dove prendo sempre il caffé mi chiama Arianna da un paio di anni e non so più come correggerlo.
Bene, questa rubrica avrebbe dovuto chiamarsi: Hey, Basista!

Basista: Chi, in una banda di malviventi, si occupa della raccolta di informazioni necessarie a compiere un crimine senza poi prendervi materialmente parte.

Avremmo parlato della realtà storica contemporanea in un’ottica globale e critica. Ma è andata così, perciò parliamo di cocktail e dei loro ombrellini.
Gli ombrellini sui cocktail risalgono agli anni ’30, un puro espediente del marketing per attirare nei pub le donne e, in generale, addolcire l’immagine dei locali che puntavano ad avere una clientela più ampia ed abbiente.

April Rain:
2 oz vodka
1/2 oz succo di lime
1/2 oz dry vermouth
servire in coppa martini, guarnire con buccia di lime

p.s. Nel prossimo numero parleremo di come “hey, basista!” si sarebbe dovuto chiamare “hey, bassista!”

Comments

Altri contenuti

Interessanti

Intervista

Inspire,Connect,Build

By martinadabbondanza in Interviste



Storia

I’ll drink responsibly when they will make a brand of whiskey named Responsibly