LeTrip #2

Domine quo vadis?
Cammina finché non ti ritrovi sull’Appia Antica. Continua a camminare. Supera la parte urbana della via consolare (bella, bellissima, ma ci fermiamo un’altra volta) e arriva fino alla Tomba di Cecilia Metella. Da qui parte il tratto pedonale, tranne per i fortunati che, vivendoci, hanno il permesso per percorrerla in macchina. Sei sulla strada che nel IV secolo a. C. univa Roma al porto di Brindisi. Una via diritta davanti a te. Continua a camminare. Ai lati tombe, sepolcri, tumuli. Campagna. Profumo di prato. Fu la prima a prendere il nome da un cittadino (Appio Claudio Cieco) invece che dalla sua funzione. Qui sono passati imperatori, crociati, papi. Spartaco, Federico II, Stendhal. Qui Gesù convinse Pietro ad andare incontro alla crocifissione invece di fuggire. I romani di oggi non sono soliti percorrerla, mentre si incontrano frequentemente francesi e tedeschi, oltre agli immancabili ciclisti nelle loro tenute fluo. In due ore arrivi fino alla Villa dei Quintili e torni indietro. Adesso che le giornate sono più corte potresti ritrovarti a camminare al buio, e lo spettacolo è suggestivo quasi quanto al tramonto, quasi quanto incontrare un chitarrista che, sulle colline degli Orazi e dei Curiazi, saluta il sole a modo suo.
Tornando c’è un piccolo alimentari sulla strada, seduta sulla panchina una ragazza ti saluta come se ti conoscesse. C’è un ristorante di cui non ricordo mai il nome, forse perché non ce l’ha, forse perché è semplicemente quello del proprietario, che come spesso accade nella capitale, si tramanda di padre in figlio e che tutti sanno ma non lo trovi scritto da nessuna parte. Ci sono i sanpietrini, a cui noi romani siamo tanto affezionati, ai quali restiamo attaccati come ai secoli di storia che ci hanno preceduto. Il tempo sull’Appia Antica sembra essersi fermato trent’anni fa. Sei lontano dalla città che si espande, a due passi dal centro.
È bello perdersi per le strade di Roma, ma è altrettanto bello farsi guidare dalla strada maestra, la regina viarum. Perché tutte le strade partono da Roma. E portano a Roma.

Claudia Bena

Comments

Altri contenuti

Interessanti

Intervista

Inspire,Connect,Build

By martinadabbondanza in Interviste



Storia

I’ll drink responsibly when they will make a brand of whiskey named Responsibly