Ostap Opryshko

Ciao Ostap, come stai? Come va la vita?
Ehy Le Cool ciao! Il 2017 è cominciato bene, spero mi porti nuovi progetti da poter realizzare.

Che ci hai disegnato sulla cover di questo numero di Le Cool?
Sono partito dal desiderio di rappresentare Roma nella sua struttura urbana, mi sono basato sulla cartina del centro storico. La città che ho illustrato è sterile ed assente. Successivamente quando l’idea era più chiara nella mia mente e una volta sviluppata, ho deciso di impersonificare le “belle menzogne” che i cittadini romani sono costretti ad osservare ogni giorno in silenzio, sotto forma di fenicottero, che vive in un circolo vizioso.

Da cosa trai maggior ispirazione per i tuoi disegni?
L’ispirazione dei miei disegni la prendo dai disegni stessi, i temi e gli obiettivi che mi vengono posti. Per questo disegno mi sono ispirato visivamente al famoso pittore Magritte, il maggior esponente del Surrealismo. Ho voluto richiamare la sua tecnica definita “illusionismo onirico”, quindi di rappresentare realtà assurde, senza un’apparente spiegazione logica, ma che crei a chi lo osserva una realtà molto più vicina al sogno.

C’è un soggetto, o una categoria di cose, che preferisci disegnare?
Parto da una base pittorica, dipingo ad olio ed acquerello, e ultimamente sono passato di più sul versante grafico e sul digitale, riportando le tecniche del disegno a mano libera. Avendo avuto una base di disegno geometrico, mi piace fondere quest’ultimo con le più morbide forme della natura, sia animali che vegetali.

Come ti sei avvicinato al disegno e alla grafica? E’ stato graduale o un “innamoramento” a prima vista?
Fin da quando ero bambino sono sempre stato portato per l’arte e per il disegno, mi piaceva disegnare nel tempo libero e devo dire questa cosa mi è rimasta ancora oggi che ho 27 anni. All’Accademia di Belle Arti di Roma ho proseguito i miei studi di illustrazione e laureandomi in scenografia. Rispondendo alla vostra domanda, per il disegno un innamoramento a prima vista, per la grafica, invece, è stato graduale perché ho studiato questa materia da autodidatta.

Dacci qualche indirizzo con cui poter seguire il tuo lavoro
Da bravo illustratore ho il portfolio online su Behance, però ho intenzione di crearmi un sito che raccolga tutti i miei progetti.

Progetti futuri e sogni nel cassetto?
Continuare a lavorare nel campo creativo, in maniera tale da poter sempre sperimentare ed imparare cose nuove. Il mio sogno è riuscire a pubblicare un libro illustrato, forse anche due… o tre!

Comments

Altri contenuti

Interessanti

Intervista

Inspire,Connect,Build

By martinadabbondanza in Interviste



Storia

I’ll drink responsibly when they will make a brand of whiskey named Responsibly