Roma è Gialla

Roma, di notte. Quando si mostra e si nasconde al tempo stesso, tra strade segrete, e vicoli che si schiudono solo se sai dove guardare, se sai cosa sussurrare ai palazzi, alla Città. Che ti ci perdi volentieri, con il sorriso sulla faccia, e tanto lo sai che prima o poi ritrovi sia te, che la strada. Perché basta seguire quei piccoli spettri sfuggenti, quei fuochi fatui che si confondono con le luci ingoiate dalle vetrine e dal fiume. Quelle luci gialle, come le hai sempre viste, a Roma.
Ok, mi sono lasciato prendere dal momento, scusatemi, però a chi di voi non è mai capitato di ritrovarsi ad aspettare l’alba al centro di Roma, in compagnia di un paio di amici e qualche bottiglia, con la notte illuminata solo dai suoi classici lampioni gialli?
Ecco, appunto.
Ora il Comune e l’ACEA hanno deciso di eliminare i lampioni ai vapori di sodio per lasciare spazio ai più economici, efficienti ed ecologici lampioni al LED.
Che lo sapete che qui a Le Cool siamo per l’innovazione, e supportiamo spesso e volentieri i progetti che rispondono alle caratteristiche di “risparmio economico, efficienza ed ecologia”, va bene.
Però ecco, mi chiedo… ma perché ‘sti nuovi lampioni devono esse bianchi? Forse perché gialli non li fanno.
Ah, li fanno?
Ok, se la faccenda fa girare i lampioni anche a voi, allora seguite questa neonata pagina di Facebook, sperando che il numero di followers cresca sufficientemente da poter essere notato.
Che se no qui, co tutto ‘sto bianco pare, di stare sul set di un film di Hollywood. Ah, quando sono venuti a girare l’ultimo James Bond, hanno fatto reinstallare la luce gialla su alcuni lampioni?
Eh, certo, si parla di spie, c’è sotto l’Intelligence.
È qui a Roma che ogni tanto, evidentemente, manca.

Comments

Altri contenuti

Interessanti

Intervista

inspire, connect, build

By martinadabbondanza in Interviste