Un Week-end Cool #1: in Val di Fassa

Queste vacanze ci hanno fatto bene. Ci hanno rigenerati, nutriti, rilassati e coccolati al punto tale da non poter più fare a meno di pensare alle prossime. Per questo LeCool ha deciso di farvi sognare ad occhi aperti, accompagnandovi, passo dopo passo, alla scoperta delle prossime, incredibili, mete di viaggio! Andremo a scovare panorami mozzafiato, antiche tradizioni e locali esclusivi tra Roma e… l’universo, perché è ancora un mistero dove ci porterà questa scommessa. La cosa sicura è che, ogni mese, dovrete tenere pronta la valigia, grande o piccola che sia, per una “fuga” che dai classici due giorni potrà prolungarsi a piacimento.

E come non iniziare, a gennaio, da una meta coi fiocchi? Preparate tutina fluo, dopo sci e occhiali da sole: si parte per la Val di Fassa!

Parliamo di una delle più belle località sciistiche (e non solo) del Trentino nord orientale, situata nel cuore delle Alpi e coronata dalle Dolomiti, ai confini con le province di Bolzano (Alto Adige) e di Belluno (Veneto). Partendo da Roma, se non vi va di viaggiare in macchina (tanto su sono “quasi tedeschi”, insomma, organizzatissimi tra ski bus diurni e notturni che ti scarrozzano a piacimento), un consiglio è quello di puntare al sabato come giorno di partenza: con Trenitalia si trovano molti biglietti al 2 x 1 e con circa 80€ a coppia passa la paura. Una volta approdati nella terra dai “monti pallidi” godetevi il panorama, ne rimarrete estasiati. Scoprirete presto che i paesi di Moena, Soraga, Pozza, Vigo, Mazzin, Campitello e Canazei sembrano nati apposta per accogliervi tra cime innevate e boschi fiabeschi, casette in legno dal tetto spiovente e statue di ghiaccio: che la favola abbia inizio.

Ma nessun principe o principessa che si rispetti è privo del suo castello, quindi, per posare i bagagli e iniziare a sentirsi a casa, tra i tantissimi (e lasciatemelo dire, STREPITOSI) hotel che spuntano da ogni dove, ve ne consigliamo due. Se il vostro budget non è alle stelle, ma non per questo volete rinunciare alla vacanza perfetta, l’Hotel Garnì Enrosadira a Vigo di Fassa fa esattamente al caso vostro. Si tratta di una bellissima e moderna struttura in legno con camere comode e una prima colazione degna di nota (le torte fatte in casa sono ottime!); si risparmia sugli altri pasti- perché l’hotel non fornisce servizio ristorante- ma si guadagna immensamente con il centro benessere compreso nel prezzo. Dopo una giornata sulle piste, potersi rilassare tra sauna, bagno turco, docce tropicali, piscina idromassaggio e area relax con tisana aiurvedica non ha prezzo. Se, invece, il portafogli sente il bisogno di alleggerirsi abbondantemente, non possiamo non citare l’Hotel Croce Bianca di Canazei: il top del top quando si parla vacanze in montagna. Basti sapere della presenza di piscine panoramiche interne ed esterne; centro benessere e chef stellato.

Ora basta. È tempo di una bella mattinata di sci, snowboard, slittino, bob, ciaspole, pattinaggio sul ghiaccio o ripetute cadute dallo skilift con conseguente addormentamento della natica destra. Perché l’unico vero segreto è non sedersi sul sellino ma tenersi su, belli dritti e con disinvoltura, semplicemente pregando che quello davanti a te sappia fare lo stesso; busto a monte, schiena a valle, braccio a lago, gomito sinistro in direzione sud ovest e mollare gli sci. Insomma fate i bravi, al massimo c’è sempre una cioccolata calda che vi aspetta in baita e la sdraio per prendere il sole accanto alla nonnetta di turno. Disavventure sportive a parte, tra tutte le splendide piste e baite con annesse sachertorte, quella che davvero vi rimarrà nel cuore è il Rifugio Ciamp de le Strie, situato tra le Pale di San Martino e la Catena dei Lagorai. Vi troverete catapultati nella leggenda del Re Laurino (il cui profilo è sempre visibile su un monte della Valle), tra streghe, pozioni e pentoloni magici. Dovrete attraversare addirittura un ruscello nel piano inferiore della baita e valicare un ponte levatoio per poter godere dei piatti tipici del luogo (un pranzo va dai 7 ai 25€). Invece, per una cena indimenticabile con trasporto in motoslitta e discesa in slittino non c’è dubbio, la Baita Ciampiè (Pozza di Fassa- Val San Nicolò) non ha rivali.

E non è finita qui. Noi LeCoolers sappiamo bene con chi abbiamo a che fare e se voi, personcine di mondo, non sarete ancora stanche dopo una giornata sulla neve  e una bella dose di polenta e gulash, ci pensiamo noi a farvi divertire. Il programma è questo: ore 16.00- 21.00 Apres Ski (dopo sci) al Paradise, poi ci si sposta in massa al Cliff, un locale poco distante  ad ingresso gratuito con musica, cocktails e piacenti ballerini fino a mezzanotte. Mentre, a quest’ora, Cenerentola se ne torna a casa in carrozza noi non ci diamo per vinti e sfruttiamo anche le ore piccole avendo due scelte a disposizione: il Kaiserkeller, sempre a Canazei, oppure il mitico Kusk di Moena (che anche a cena fa delle pizze niente male), entrambi -rigorosamente- gratis e aperti fino alle 3.30/4.00. Il programma della serata mi sembra buono ed è anche probabile che finirà con un alto tasso alcolemico, quindi, siate responsabili e chiamate il servizio taxi Val di Fassa per una notte di solo divertimento!

La mattinata seguente la vedo molto dura, durissima al risveglio dopo i bagordi precedenti. Dunque, per chi non se la sentisse di mettersi gli sci perché ancora un po’ brillo, proponiamo una passeggiata per la bella Moena, non a caso chiamata “La fata delle dolomiti”. L’incantevole paese sarà anche una buona meta per fare qualche acquisto tipico come i salumi, i formaggi, le marmellate o i bellissimi abiti tradizionali che potrete comprare da Bosin Speck (con confezioni veramente ma veramente cool). Altra tappa forzata è il negozio del mitico Fabio Vettori, il disegnatore delle “formiche” che qui ha il suo punto vendita stabile. Se siete fortunati lo troverete di persona, allora non esitate a farvi personalizzare i vostri acquisti, ne sarà contento! Opzioni alternative allo shopping? Un’interessante mostra sulla Grande Guerra allestita al Teatro Navalge di Moena fino a settembre 2015 (5€ biglietto intero; 3€ ridotto) oppure una bella nuotata compresa di scivolo parabolico che scende idealmente sulle montagne (osservabili dagli oblò in discesa) al Dòlaondes di Canazei.

Insomma, avrete capito che un week-end non basta a descrivere le bellezze di questa Valle e avrete anche capito che, ormai, almeno una volta nella vita dovrete vedere i Cliff boys; o almeno almeno lo splendido tramonto sulle Dolomiti, quando la luce del sole sulle rocce provoca lo splendido fenomeno dell’enrosadira e tutto si colora di nuovo.

Comments

Altri contenuti

Interessanti

Intervista

Inspire,Connect,Build

By martinadabbondanza in Interviste



Storia

I’ll drink responsibly when they will make a brand of whiskey named Responsibly