Un Weekend Cool a Ischia

Qualche giorno fa mi sono rivista “Benvenuti al sud” e nel momento in cui Siani ha pronunciato la famosa battuta: “quando un forestiero viene al sud piange due volte: quando arriva e quando parte”, non ho potuto fare a meno di pensare ad Ischia.

Ad Ischia troverete dei panorami mozzafiato, il sole che tramonta nel mare a pochi passi da una vasca naturale di acqua termale, le viuzze delle strade piene di vita e piene di fiori, il pesce fresco, i limoni giganti, i ristoranti sugli scogli, i cimiteri che sembrano giardini pensili e la simpatia della gente. Arrivare sarà un’emozione intensa e andarsene vi strapperà nu piezz ‘e core, ma la bella notizia è che si può sempre ritornare perché i traghetti partono ogni 15 minuti e con Italo la tratta Roma-Napoli è davvero economica; con un po’ di preavviso si trovano anche corse a 10€.

Insomma, in una mezza giornata siete arrivati e prima di tutto bisogna conoscere le istituzioni locali. Vi ho mai raccontato dei miei due amici Michela e Gennaro? Lei, guida turistica. Lui, IL TASSISTA per eccellenza. Lei, ischitana DOC. Lui, napoletano di nascita ma isolano per amore. Una storia romantica alle spalle e un grande amore per la propria terra. Se avete poco tempo per girare l’isola e non volete perdere neanche un minuto, Michela è una vera LeCooler. Lei è l’unica guida in taxi di Ischia e vi porterà a vedere tutte le meraviglie che conosce ad un prezzo modico, senza risparmiarvi le battute porno (e se siete fortunati anche un paio di slip stravaganti in regalo) che il mitico proprietario del chiosco “la bomba” elargisce alle proprie clienti. L’attrattiva de “la bomba” oltre alle battute osè? Un concentrato di vitamina c: due arance, un limone e un po’ di granita: un cocktail epico, tutto al naturale.

Il giro che mi ha fatto fare Michela ora ve lo spiego per bene, intanto vi lascio il suo numero: 347 754 2367. Se, invece, siete pieni di valigie fin sopra ai capelli e non c’entrano sul motorino che avete affittato, non disperatevi ma fatevi dare il numero di Gennaro, che tanto è il marito. Però non ci provate anche se è bonazzo!

Insomma, dopo aver fatto pubbliche relazioni e avervi facilitato l’approdo sull’isola dei sogni, continuiamo il nostro tour. Premesso che tutti i paesini dell’isola meritano una visita e che il mare è davvero bello ovunque, vi consiglio una giro in barca alla spiaggia dei Maronti (se avete ultimamente letto L’amica geniale e gli altri libri Elena Ferrante le suggestioni saranno tante) e di spostarvi, li vicino, alle “Fumarole“. La particolarità di questa spiaggia è che le nuvole di vapore che fuoriescono dal sottosuolo permettono di cuocere qualsiasi pietanza sotto la sabbia e di mangiarla al momento! Anche l’adiacente promontorio di Sant’Angelo con la sua piazzetta chic è una località da non perdere; come la baia di Sorgeto, con le sue vasche naturali di acqua calda che si mischiano a quella marina. Su un altro promontorio situato, invece, nella parte orientale dell’isola, sorge il castello aragonese, residenza che gli amanti dell’arte e della storia devono trovare il tempo di visitare (2 ore c.a. 10€ adulti).

Per godere di una bella giornata alle terme senza rinunciare al mare, le soluzioni sarebbero infinite, ma queste sono le mie preferite:

1) Il giardino termale di Negombo: uno dei più bei parchi dell’isola e non solo. Oltre all’accesso al mare, permette di trascorrere una giornata in pieno relax, sguazzando tra le acque sorgive delle oltre 10 piscine termali naturali di diverse temperature (18°/50°). Il tutto, incorniciato da un parco di rare piante equatoriali, ristoranti, bistrot e sculture di Arnaldo Pomodoro. 30€ l’ingresso per l’intera giornata e li vale tutti.

2) Il parco idroterapico O’ Vagnitiello. 15€ per una giornata. Anche qui: ingresso al mare con una bella serie di cuscini galleggianti che ci attendono al largo per farci prendere il sole tra le onde, due piscine termali miste e una pura con idromassaggio. Un panorama da favola, buon ristorante (consigliate insalate e bruschette) e 8 camere da letto con prezzi davvero abbordabili.

Passiamo, ora, alle situazioni mondane dalla A alla Z. Dove fare colazione? Naturalmente al Bar Minicucci di Ischia Porto (e fidatevi che il caffè è speciale). Un aperitivo al tramonto? Dalle 18.00 lo Starlet Ischia è un must. Per assaporare i vini della zona, le degustazioni di Pietratorcia sono le migliori, mentre, una serata in discoteca come si deve ci porta da Il Valentino o al Friends Club.

Naturalmente lo shopping è d’obbligo e Corso Vittorio Colonna è il luogo ideale per trovare qualcosa di bello da portare a casa. Se, tra l’altro, vi piacciono i sandali bassi, stile Capri, un’altra LeCooler, Mariarosaria Ferrara, vi attende a braccia aperte in Via V. Marone 5. La ragazza ha un gran talento e tantissimi modelli, pensate che ha realizzato i miei su misura in 15 minuti. Fantastica!

Per ultimare la presentazione dell’isola vi lascio una chicca per fare colpo sul vostro partner e regalarle/gli una serata da favola (o anche più giorni se si vuole pernottare). Sto parlando del ristorante e hotel Umberto a Mare, in località Forìo. Si tratta di uno dei 10 ristoranti con la vista più bella d’Italia, e a ragione. L’ampia sala adibita al pranzo e alla cena  è interamente circondata da vetrate a picco sul mare e potrete brindare avendo la sensazione di trovarvi in una stanza senza pareti.

 

Comments

Altri contenuti

Interessanti

Intervista

Inspire,Connect,Build

By martinadabbondanza in Interviste



Storia

I’ll drink responsibly when they will make a brand of whiskey named Responsibly