A little Bit

Ciao ragazzi, come state? Che combinate?
Ciao a voi tutti, amici!!
Noi, Alittlebitters :D stiamo molto bene, indaffaratissimi su numerosi fronti, ma è così che ci piace essere!

Diteci qualcosa su A little BIT…
AlittleBIT nasce formalmente, come società nel 2012, anche se io (Alice Ungaro), Valentino (Cuzzeri) e Roberto (Semprebene), lavoravamo come liberi professionisti ma sotto lo stesso marchio, già da un paio d’anni.
Il nome AlittleBIT nasce con l’obiettivo di veicolare il messaggio di un minimo comun denominatore – il BIT appunto, l’elemento digitale -, un fil rouge che accomuna tutti i progetti, sia i nostri che quelli per i nostri clienti. E con il gioco di parole “un po’ di…” vogliamo anche non prenderci troppo sul serio, perché leggerezza e ironia sono tra le nostre “corporate values” preferite :D
Ci occupiamo soprattutto di Digital Transformation e Gamification, sia dal punto di vista della consulenza e della formazione, ma soprattutto attraverso lo sviluppo di prodotti (software, applicazioni, ecc…).

… E qualcosa su di voi. Chi siete, che fate, come vi siete conosciuti.
Io e Vale siamo “vecchi” compagni d’università. Appassionati entrambi di diverse forme di cultura e intrattenimento, avevamo in comune sete di conoscenza più “pratica” rispetto a quella fornita dall’istituzione universitaria, così ci siamo spalleggiati a vicenda nella realizzazione di progetti extracurriculari basati il più delle volte sull’uso della tecnologia digitale, tra cui la realizzazione del magazine on line FOUR MAGAZINE (www.fourzine.it e www.fourmagazine.it), oggi una vera e propria testata giornalistica in continua evoluzione, con collaboratori sparsi per l’Italia. Ed è proprio attraverso FOUR che abbiamo conosciuto Rob, intervistandolo per un libro da lui scritto e scoprendo che aveva intrapreso la scuola di dottorato per portare avanti una ricerca sul videogioco come medium. È stato “amore” a prima vista. ☺

Da qualche tempo, collabora con noi anche Enrico Gandolfi, attualmente in post-dottorato presso la Kent State University, ma proprio perché con il digital le distanze si annullano, attivissimo anche con noi nell’ambito della Gamification.

Abbiamo dunque unito le specifiche competenze di Enrico e Roberto nell’ambito del Gaming e della Gamification, quelle di Valentino nell’ambito del marketing digital & mobile e le mie, in comunicazione e organizzazione eventi, per dare vita a una realtà in grado di rispondere all’esigenza sempre più marcata da parte delle Aziende di entrare nel Digital World.

Se penso alla parola “gamification” le prime cose che mi vengono in mente sono Super Mario e Assassin’s Creed. Invece credo che sia qualcosa di leggermente più complesso, giusto?
La gamification è l’applicazione di meccaniche e dinamiche ludiche in contesti che non lo sarebbero affatto, ad esempio in ambienti lavorativi. Molti confondono la gamification con i videogiochi, ma l’unico punto di contatto fra le due cose è l’uso della tecnologia, che ha semplificato l’adozione dei processi di gamification. I videogiochi sono forme d’intrattenimento puramente ludiche, i processi di gamification sono strumenti di ingegneria sociale, finalizzati a rendere più piacevole e stimolante l’adozione di un comportamento virtuoso (dal fare attività fisica alla gestione di un portfolio prodotti).

Noi interveniamo in questo ambito sia con la formazione (seminari e workshop aziendali o in ambito universitario), che con veri e propri progetti di consulenza e sviluppo. Non esiste un solo modo di fare gamification, si può solo ascoltare l’esigenza specifica del Cliente, buttarsi in brainstorming e tirar fuori idee funzionali e coinvolgenti!

Progetti futuri & sogni nel cassetto

Attualmente stiamo rilasciando sul mercato un paio di software utili alla trasformazione digitale di alcuni comparti di business. Abbiamo già dei clienti e ne siamo molto felici! Parallelamente a questo abbiamo l’ambizione di “rivoluzionare” la fruizione delle informazioni attraverso il mobile e stiamo lavorando a un progetto top secret… incrociate le dita per noi!!

www.alittlebit.it
info@alittlebit.it

Comments

Altri contenuti

Interessanti

Intervista

Inspire,Connect,Build

By martinadabbondanza in Interviste



Storia

I’ll drink responsibly when they will make a brand of whiskey named Responsibly