Pifebo

Ciao ragazzi! Sappiamo che siete molto indaffarati ma ci farebbe piacere farvi qualche domanda e conoscervi un po’ meglio!
Ciao! certo. Ci fa davvero piacere dedicarvi un po’ del nostro tempo!

Iniziamo col dirci chi siete. I vostri negozi sono conosciuti in tutta Roma (e non solo), ma per quei pochi distratti che ancora non ci sono mai entrati diteci cos’è Pifebo.
PIFEBO è un lavoro, un negozio, una passione.E’ la nostra linfa vitale ed è quello che ci permette di stare a contatto con la gente, con la città. È’ anche il mezzo che permette a tre persone che si conoscono da una vita (i tre soci di PIFEBO, Cristiano Elisa e Francesco) di condividere ed amare la stessa cosa.

Quali sono le menti che si nascondo dietro questo progetto e come nasce l’idea? Ma soprattutto, come avete iniziato e come vi siete mossi inizialmente? Mettere su un’attività di successo non è facile, specialmente di questi tempi.
Tre persone che si conoscono da una vita. Tre amici nati e cresciuti vicinissimo l’uno all’altro. Elisa, Cristiano e Francesco. Amici si ma con impegni del tutto diversi. Elisa studiava cinema io (Cristiano), studiavo psicologia e Francesco lavorava in un ristorante. Ci mancava qualcosa, qualcosa che desse sfogo alla creatività. Abbiamo fatto un viaggio a Stoccolma dove abbiamo visto diverse realtà commerciali così divertenti e stimolanti anche legate al vintage e così ci siamo detti : ‘perchè non ci proviamo anche noi a Roma?’ A quel punto ci mancava un’altra cosa. Il denaro. Accanto allo studio abbiamo affiancato il lavoro di addetti alla vendita nelle catene della grande distribuzione.10 mesi durissimi. E poi abbiamo realizzato il nostro sogno, che è ancora più un sogno se parti da 0 e con 0. Forse è proprio grazie a questo che abbiamo avuto successo. La gente ogni volta che entra, avverte, credo, tutta la nostra energia, passione e il nostro sudore. PIFEBO non è un’attività commerciale, è la nostra vita e cerchiamo di comunicarlo agli altri attraverso abiti ed accessori.

Il nome Pifebo stimola molto la curiosità visto che non rimanda a nessun significato particolare. E’ un nome di vostra invenzione?
Apriamo un negozio. Un negozio vintage. Ma come lo chiamiamo? Pensiamo e ripensiamo. Uniamo le sillabe iniziali dei nostri tre cognomi, facendo prove    sull’ordine con cui andavano unite. Quella che suonava meglio, quella più musicale era PIFEBO. Il gioco era fatto.

Spiegateci un po’ come funziona la ricerca dei capi da proporre ai clienti. A chi vi rivolgete? Negozi? fornitori speciali?
La ricerca dei capi, pezzo per pezzo, avviene seguendo due aspetti fondamentali. Il nostro gusto prima di tutto. Scegliamo quello che indosseremmo anche noi. A questo va unito anche l’essere al passo con quello che va in quel determinato momento, quello che la gente chiede. In base alle richieste e al nostro gusto, il negozio viene allestito almeno due volte a settimana.

Dal 2007 avete aperto ben 3 punti vendita: uno a S.lorenzo, uno a Monti, e il più recente a San Giovanni. Per il futuro avete intenzione di continuare ad espandervi e conquistare il mondo?

Al momento siamo super soddisfatti del percorso svolto fino ad ora. E’ stato molto impegnativo sia fisicamente che psicologicamente. Ma è anche vero che ogni 2×3 veniamo sormontati dalla smania di fare, di intraprendere nuove strade, nuove iniziative quindi chissà..

E’ stato un piacere conoscervi meglio! Abbiamo notato che siete molto “social”. Lasciateci i vostri contatti così da poter essere sempre aggiornati sul vostro lavoro.

Seguiteci sulla pagina instagram (PIFEBOSHOP) e facebook.

Comments

Altri contenuti

Interessanti

Intervista

Inspire,Connect,Build

By martinadabbondanza in Interviste



Storia

I’ll drink responsibly when they will make a brand of whiskey named Responsibly