Fafiuchè

Luogo Bistrot
fafiuchè


Dove?
Via della Madonna dei Monti 28, 00184 - Roma
Guarda la mappa
Quando

dal lunedì al sabato 17.30 - 1.30. Domenica chiuso

Quanto

aperitivo 8€. Cena 25/30 €



Dove?
Via della Madonna dei Monti 28, 00184 - Roma
Guarda la mappa
Quando?

dal lunedì al sabato 17.30 - 1.30. Domenica chiuso

How Much?

aperitivo 8€. Cena 25/30 €

Fafiuchè è il suo nome: un modo antico per definire chi si comporta in maniera così bizzarra da far nevicare. I bambini vivaci, i cantastorie, gli eccentrici sono tutti un po’ fafiuchè. E di cose meravigliose in questa piccola bomboniera nel cuore di Monti ne succedono tante. Pareti colorate ricoperte da ottimi vini, salsine, marmellate, biscotti e cioccolatini fanno da cornice ad un cantuccio tranquillo immerso nella vita pulsante monticiana. Se entrate per acquistare una bottiglia di vino o un pacchetto di cuneesi al rum (quelli veri), non potrete resistere alla tentazione di sedervi, assaggiare, degustare abbinamenti insoliti e divertenti: il tutto rigorosamente pugliese & piemontese, o quasi. E allora fatevi coccolare da un brasato al Barolo (solo sei ore di cottura…SEI), dalla Tiella pugliese, dal Frico, una delizia di formaggio Montasio sciolto sulla piastra insieme alle patate, e dalla carne di Fassona che arriva nei piatti direttamente dalla macelleria Martini di Boves (Cn) in forma di vitello tonnato, di roastbeef, o di insalata di carne cruda.
E se siete a dieta? Ci sono il crostone di verdure, la caponata, le fave con la cicoria e tanto vino. Perché al vino piemontese non si può mai dire di no. E con il vino piemontese qui non si scherza: in bella mostra sulle pareti campeggiano circa 50 etichette di Barolo, 25 di Barbaresco, 40 di Barbera ed altrettante di Nebbiolo, ed una bella selezione di bianchi profumatissimi.

Ecco, non devo aggiungere altro. Qualcosa sì. Questo posto ha un’atmosfera magica perché le persone che lo gestiscono trasmettono in ogni gesto l’amore per il loro lavoro, la voglia di portare in questa città il bello e soprattutto il buono delle loro terre di origine. E amano raccontare la storia della pietanza che avete ordinato o del vino che volete assaggiare. Perchè i fafiuchè raccontano storie. E se volete un consiglio, lasciate a casa la voglia di Nutella e tuffatevi in un cucchiaio di crema di gianduia: un tocco di gianduiotto che si scioglie con il calore di una fetta di pane bruscato, la generosa copertura di una ricottina, o semplicemente un cucchiaio ricolmo….Diventerete anche voi dei fafiuchè.

Annalisa Norante

Comments

Altri contenuti

Interessanti

Intervista

Inspire,Connect,Build

By martinadabbondanza in Interviste



Storia

I’ll drink responsibly when they will make a brand of whiskey named Responsibly