Hespresso

Luogo Bar
12646778_1669214303339001_2856717389489985220_o


Dove
Via Genova 16
Guarda la mappa
Quando

tutti i giorni dalle 7.00 alle 24.00. Lunedì 7.00/17.00

Quanto

piatti da 7 a 20€



Dove
Via Genova 16
Guarda la mappa
Quando

tutti i giorni dalle 7.00 alle 24.00. Lunedì 7.00/17.00

Quanto

piatti da 7 a 20€

Non è un mistero. Chi ha fatto una passeggiata per Roma almeno una volta nella vita, avrà scoperto che Roma è piena di portali dimensionali.

Porticine minuscole che se attraversate catapultano le persone in luoghi che magari sono molto più distanti di quanto non si pensi, o che proiettano in luoghi che non corrispondono a quello che comunemente si potrebbe calcolare e i navigatori esplodono.
Non parlo solo in senso strettamente metaforico eh, tipo “sai, in quella strada sembra di essere trasportati in un mondo parallelo dove il tempo si è fermato”, dico proprio sul serio. Una volta sono uscito dalla porta sul retro di una chiesa al Pantheon ed ero all’Eur. True story.

Poi ci sono anche i portali dimensionali, quelli che proiettano più la mente che il corpo e quindi vai a Monti, entri dentro Hespresso e di colpo sei in una strana dimensione dove la Grand Central Station di New York si è sposata a un ristorante in cui Bernini ha fatto il cameriere da giovane. Un luogo sradicato dai sanpietrini di Roma, ma in qualche modo ancora in quella dimensione.
E dentro si mangia cibo di strada, ma non nel senso di pizza al taglio, in cui entri ed esci al volo. Cibo di strada, ma nei piatti, quelli seri, che ti fanno pensare che nella tradizione semplice della cucina italiana c’è una verità ben precisa, un’idea chiara.
E quindi ora, a Roma, si può stare in questa specie di autogrill interdimensionale, a metà tra un ristorante, una stazione ferroviaria, un banchetto di street food e il mondo sotto-sopra di Stranger Things.

Comments

Altri contenuti

Interessanti

Intervista

inspire, connect, build

By martinadabbondanza in Interviste